fbpx

Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Altre Rubriche

Il linguaggio del vento

Il linguaggio del Vento Dio
 
 
Così nel vento sto,
alto il pugno al cielo
e con perverso scudo
guardo il velo che avvolge il monte.
 
Sembra lontano
ma così non è.
Un attimo e arriva.
Il mare si sveglia non resiste al richiamo,
lento impara il nuovo linguaggio
quello del vento.
 
Prima mare calmo
ed ora tempesta.
L’acqua diventa protagonista e il mio scudo,
la vela, si lascia riempire dal soffio
che improvviso piomba su di me.
 
La riduco per non venir inghiottito,
cambio rotta per agevolar l’andare
mentre si ingrossa il mare.
 
Ora nulla l’occhio vede
se non acqua
Ora nulla l’orecchio sente
se non raffiche e tuoni.
 
 
Ma io so che arriverà il mio momento:
l’ora in cui farò pace con il vento.

Elena Scillone

 

 

                  

Fondazione Il Cuore in una Goccia Onlus 

Via Francesco Albergotti, 16 - 00167 Roma (RM)
Partita IVA e Codice Fiscale: 13470371009
© Copyright - 2021 - Tutti i diritti riservati

L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel temp


Powered by


Utenti online

Search